Medicina: sostegno a 10 contratti di specialità aggiuntivi

Data di pubblicazione:30 Luglio 2020
Obiettivo
Pianeta.

Negli anni si è registrato un forte divario tra i fabbisogni espressi dalle Regioni per la formazione medico specialistica e i contratti di studio annualmente assegnati con finanziamento statale. Ciò ha determinato l’acuirsi della carenza di personale, laddove non è stato possibile compensare adeguatamente il turnover dei medici specialisti cessati dal servizio. Una carenza resa ancora più evidente dall’emergenza dovuta alla pandemia da coronavirus. Per far fronte al problema, nell’ambito della Convenzione stipulata tra la Compagnia e la Regione Piemonte per la realizzazione di programmi di sviluppo in campo sanitario e culturale per gli anni 2020-2022, è stato previsto un intervento coordinato che mira in particolare a supportare il sistema sanitario regionale soprattutto in relazione alle specialità che presentano maggiore criticità (anestesia e rianimazione, medicina interna, medicina d’emergenza-urgenza, ortopedia e traumatologia e pediatria).A tal fine la Fondazione ha espresso la disponibilità a sostenere gli oneri relativi a  10 contratti aggiuntivi di formazione medico-specialistica, dei 35 previsti dalla Regione, stanziando 250.000 euro per la copertura degli oneri relativi al primo anno. 

Questa iniziativa contribuisce al raggiungimento dei seguenti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

Exit mobile version