Al via la fase 2 del bando “PRIMA”

Lanciata la seconda fase del bando “PRIMA”, dedicata ai soggetti selezionati nella Fase 1. Prevista l’erogazione di contributi fino a € 250.000 a copertura del 60% dei costi dei progetti.

Data di pubblicazione:28 Luglio 2023
Obiettivo
Cultura.

La Fondazione Compagnia di San Paolo è impegnata attivamente nella conservazione e manutenzione del patrimonio culturale delle aree geografiche in cui opera, sia in riferimento ai complessi monumentali di grande pregio di Torino e Genova, sia attraverso il sostegno a campagne di restauro di grandi attrattori culturali regionali, sia con la conservazione del patrimonio diffuso sul territorio piemontese e ligure.Il bando “PRIMA. Prevenzione Ricerca Indagine Manutenzione Ascolto per il patrimonio culturale”, promosso dalla Missione Custodire la Bellezza dell’Obiettivo Cultura, intende promuovere una cultura della manutenzione del patrimonio culturale, fondata sui valori della ricerca e della progettazione, che prevalga sull’intervento di restauro emergenziale, favorendo la programmazione sul lungo periodo per una gestione sostenibile dei beni, sviluppando attività di formazione e progetti di ricercaCoerentemente con l’approccio definito nel Piano Strategico 2021-2024 della Fondazione Compagnia di San Paolo, il bando integra diversi strumenti della cassetta degli attrezzi.La durata pluriennale di “PRIMA” consente infatti di lavorare su un orizzonte temporale adeguato al raggiungimento degli obiettivi posti oltre che all’accompagnamento degli enti selezionati. La sua suddivisione in due fasi, consente di mettere a punto e portare avanti un percorso tailor made rispetto alle realtà individuate, per tutto l’arco quasi quadriennale in cui si svolgono i progetti.La prima fase ha accolto 12 proposte progettuali consistenti in candidature nell’ambito della manutenzione e conservazione del patrimonio, accordando ai soggetti proponenti un contributo di importo fino a € 25.000 destinato alla progettazione tecnica di piani di manutenzione programmata e conservazione preventiva e alle relative indagini preliminari propedeutiche, dei sistemi di beni pregevoli individuati.La seconda annualità del Bando è dedicata esclusivamente ai soggetti selezionati in Fase 1. In particolare, per la Fase 2, richiede la candidatura di un piano triennale di manutenzione e conservazione riguardante i beni esplicitati nel dossier di candidatura della Fase 1.Per quanto concerne l’entità delle erogazioni, la Fondazione potrebbe accordare contributi fino ad € 250.000 a copertura del 60% dei costi complessivi del progetto.La scadenza di presentazione delle candidature è fissata alle ore 12 del 21 dicembre 2023.Per approfondire, scarica il documento relativo alla Fase 2 del bando visitando questo link.

Questo Bando contribuisce al raggiungimento dei seguenti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

Exit mobile version