Data di pubblicazione: 03 novembre 2020
Data di scadenza: 15 gennaio 2021
Obiettivo
Pianeta.

Scenario

Recenti indagini hanno fatto emergere una diffusa e trasversale sensibilità rispetto a tematiche ambientali da parte dei cittadini, che ritengono che la responsabilità di un cambiamento nei rapporti tra l’uomo, l’ambiente e la natura debba essere condivisa, oltre che dalle grandi imprese e dalla politica, anche da loro stessi. È sempre più diffusa la convinzione che sia necessario un impegno personale a favore dall’ambiente e che sia necessario introdurre nelle nostre abitudini cambiamenti che consentano una maggiore sostenibilità del nostro stile di vita. L’attivismo ambientale è dunque forte e vivace. Per supportare questa spinta e stimolare dal basso la realizzazione di progetti a favore dell’ambiente, la Fondazione intende promuovere un bando destinato alla selezione e al sostegno di campagne di crowdfunding per iniziative green.

Il crowdfunding, all’interno di strategie di fundraising, è infatti uno strumento sempre più utilizzato, in grado di mobilitare partecipazione e risorse (nel 2019 in Italia sono stati raccolti circa €16.000.000 nelle modalità Donation/reward2) ed è uno strumento dalle molteplici valenze. Il crowdfunding, infatti, favorisce la promozione di progetti specifici, permette una pre‐validazione dei progetti attraverso una dichiarazione di interesse della community coinvolta (donazioni), rafforza il legame tra enti, comunità virtuale e territoriale di riferimento, che in molti casi può partecipare direttamente alla realizzazione del progetto, permette di raggiungere nuovi bacini di riferimento e stimola l’innovazione.

Finalità e obiettivi

Con questo bando la Fondazione intende avviare un dialogo e uno scambio con enti e associazioni del Terzo Settore attivi in campo ambientale al fine di:

  • promuovere la responsabilizzazione delle comunità su tematiche ambientali,
  • conoscere quali sono le priorità e le criticità in campo ambientale avvertite dai cittadini e dal Terzo Settore,
  • sostenere la realizzazione di progetti a beneficio dell’ambiente,
  • sostenere la ripresa delle attività e progettualità degli enti le nuove nel periodo covid, anche supportandoli nel segno della trasformazione digitale promossa dalla Commissione Europea,
  • promuovere l’utilizzo dello strumento del crowdfunding, all’interno di strategie di fundrasing già delineate, in particolare nella modalità “Keep It All” che consente all’ente di utilizzare tutti gli importi raccolti anche se inferiori al target complessivo di raccolta,
  • sostenere direttamente alcuni costi di realizzazione delle campagne di crowdfunding e la campagna stessa attraverso meccanismi di matching funds,
  • trasferire competenze ad elevato valore aggiunto (fundraising, progettazione strategica, gestione dei dati, comunicazione) ai soggetti vincitori del bando.

Fasi

Il bando è articolato in quattro fasi.

Fase 1: Apertura bando (3 novembre 2020 – 15 gennaio 2021).

Fase 2: Valutazione e selezione delle proposte (entro il 28 febbraio 2021).

Fase 3: Avvio attività soggetti vincitori (dal 1° marzo 2021). I soggetti vincitori saranno beneficiari di un percorso di accompagnamento personalizzato volto alla progettazione operativa di una campagna di crowdfunding su un progetto specifico (dettagli al paragrafo: Attività connesse al bando che coinvolgono i partecipanti selezionati). Terminato il percorso di capacity building e quindi la strutturazione delle campagne a cura dell’ente, le campagne verranno lanciate su una piattaforma individuata dalla Fondazione.

Fase 4: Le campagne dovranno partire tra il mese di marzo ed aprile 2021 e dovranno concludersi entro il 31 luglio.

I progetti per cui è stata avviata la raccolta fondi dovranno essere avviati tra luglio e dicembre 2021.

Sono ammessi al presente bando le associazioni e gli enti del Terzo Settore di Piemonte e Liguria.

I progetti oggetto delle campagne di crowdfunding dovranno realizzarsi nei territori di Piemonte e Liguria.

Sono esclusi dal presente bando i progetti per campagne di crowdfunding già avviate (in corso o già concluse).

La Fondazione sosterrà i costi di capacity building, i costi di accesso alla piattaforma di crowdfunding e i costi delle transazioni bancarie legati alle donazioni.

La piattaforma di crowdfunding verrà indentificata dalla Fondazione in un secondo momento.

I costi corollari alla realizzazione della campagna (spese di comunicazione, eventuale acquisto di rewards, etc..) saranno invece a carico del singolo ente.

Al termine delle campagne di crowdfunding, e a fronte del raggiungimento di target predefiniti (finanziari e non) concordati tra la Fondazione e i vincitori del bando, la Compagnia potrà supportare con un ulteriore contributo la realizzazione dei progetti oggetto della campagna di raccolta fondi.

Per candidarsi, i partecipanti dovranno utilizzare esclusivamente la procedura “R.O.L. richieste on-line” sul sito della Compagnia, accedendo alla compilazione dell’apposita modulistica “BandoGreen Donors”.

Il termine di presentazione delle domande è previsto tassativamente alle ore 17 del giorno 15 gennaio 2021. Entro tale termine sarà necessario: chiudere e inviare la richiesta, debitamente firmata, tramite il sistema “R.O.L. Richiesta online” nel sito della Fondazione Compagnia di San Paolo, utilizzando il modulo Bando Green Donors.

La valutazione delle candidature avverrà su due macro-elementi: a) l’ipotesi di campagna di crowdfunding proposta e b) il progetto da implementare sulla base dei risultati della raccolta fondi.

A) Le campagne di crowdfunding verranno valutate considerando i seguenti criteri:

  • qualità del piano di implementazione della campagna di crowdfunding (a titolo di esempio: capacità di attivare reti di promozione e la community di interesse attorno allo specifico progetto; buona conoscenza ed uso dei canali social più diffusi; previsione adeguata di risorse umane, competenze e capacità dedicate; scalabilità e presenza di milestones intermedi);
  • credibilità dell’obiettivo della campagna rispetto al target economico da raggiungere e congruità del target di raccolta rispetto al budget totale del progetto;
  • complessiva strategia di fundraising dell’ente.

B) I progetti verranno selezionati sulla base dei seguenti criteri:

  • originalità e qualità complessiva del progetto (a titolo di esempio: innovazione attesa rispetto al contesto in cui si sviluppa l’iniziativa o rispetto all’attività prevista);
  • impatto sociale e ambientale complessivo: rispetto agli obiettivi attesi dall’iniziativa e agli esiti attesi sui beneficiari o sui destinatari delle attività e servizi (rappresentato attraverso indicatori quantitativi e/o qualitativi dei risultati e una chiara identificazione dei target);
  • sostenibilità economica del progetto: rispetto al budget complessivo oltre la raccolta e rispetto alle prospettive di sviluppo attese per le attività o servizi che si vogliono realizzare;
  • scalabilità o presenza di milestones di progetto, al fine di permetterne la realizzazione e la comunicabilità anche a fronte di entrate minori rispetto alle aspettative;
  • progetti realizzati dall’ente negli ultimi tre anni.

Si precisa che le proposte verranno suddivise in due categorie: campagne di crowdfunding il cui target è inferiore ad € 8.000 e campagne di crowdfunding il cui target di raccolta è superiore ad €8.000.

La selezione avverrà, con modalità comparative, a insindacabile giudizio della Compagnia di San Paolo. Gli esiti del bando verranno comunicati entro il 28 febbraio 2021, mediante pubblicazione dell’elenco dei progetti selezionati nel sito della Fondazione. È inteso che le iniziative non citate in tale elenco debbono ritenersi non accolte e quindi escluse dall’attribuzione di contributo. Agli enti selezionati perverrà una successiva comunicazione con le necessarie indicazioni.

Questo Bando contribuisce al raggiungimento dei seguenti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

SDG 11  Città e comunità sostenibili
SDG 12  Consumo e produzione responsabili
SDG 13  Lotta contro il cambiamento climatico
SDG 15  Vita sulla Terra
SDG 17  Partnership per gli obiettivi