Strategic Partners

Condividi
Stampa
Invia

The German Marshall Fund of the United States (GMF) è un’istituzione soggetta alle leggi degli Stati Uniti con sede principale a Washington, costituita nel 1972 con una donazione della Repubblica Federale di Germania, per promuovere il dialogo e la cooperazione tra Europa e Stati Uniti nello spirito, appunto, del Piano Marshall. La collaborazione con la Compagnia di San Paolo è attiva dal 2004 ed oggi si trova nel terzo biennio consecutivo di collaborazione strategica, che ha portato all’istituzione di una rappresentanza torinese del GMF nonché a tre iniziative di ricerca: Mediterranean Strategy Group (MSG), Urban and Regional Policy Program (URPP) e Europe Programme. 

L’Istituto Affari Internazionali (IAI) è un'associazione culturale, costituita nel 1965 su iniziativa di Altiero Spinelli e da allora attiva nei campi della ricerca, della elaborazione di idee e strategie e della diffusione della conoscenza dei problemi internazionali. I principali settori di ricerca, su cui è anche articolata la partnership strategica avviata dal 2009 e confermata per il 2015-2016 con la Compagnia, sono: integrazione e futuro dell’Unione europea; Europa nel mondo; Politica ed economia della sicurezza e difesa; Rapporti transatlantici; Mediterraneo e Medioriente; Economia politica internazionale; Politica estera dell’Italia.

Lo European Council on Foreign Relations (ECFR) è un pluri-premiato think tank internazionale che conduce ricerca indipendente e all'avanguardia sulla politica estera e di sicurezza europea, per fornire uno spazio di confronto e di condivisione di idee per decision-makers, attivisti ed influencer. Costruiamo coalizioni per promuovere il cambiamento a livello europeo e promuoviamo un dibattito informato sul ruolo dell'Europa nel mondo. Nel 2007, i fondatori dell'ECFR hanno deciso di costruire un'istituzione paneuropea che possa combinare la credibilità dell'establishment con coraggio e vivacità intellettuale. Oggi ECFR gode di una posizione unica per continuare a fornire una prospettiva paneuropea su alcune delle più grandi sfide e scelte strategiche che gli europei devono affrontare, con una rete di uffici in sette capitali europee (Berlino, Londra, Parigi, Madrid, Sofia, Roma, Varsavia), oltre 60 dipendenti provenienti da più di 25 paesi diversi e un network di ricercatori associati nei 28 Stati membri dell'UE.