Nasce RIF-T: una piattaforma di investimento per ricerca e innovazione

26/09/2019
Condividi
Stampa
Invia
RIF-T: piattaforma di investimento per ricerca e innovazione

18 milioni di euro dalla Compagnia di San Paolo che si sommano a risorse della Banca Europea per gli investimenti (fino a 100 milioni) e a fondi comunitari (18 milioni).

Banca Europea degli Investimenti e Compagnia di San Paolo hanno presentato oggi il fondo RIF - T. Un fondo dedicato alla ricerca e all’innovazione che potrà agire prevalentemente al Nord Italia.  

Il fondo potrà contare su risorse provenienti da Compagnia di San Paolo (18 milioni di euro) e dal Fondo RIF (18 milioni di euro), che potranno essere utilizzate sotto forma di equity, quasi-equity e debito. Inoltre, il fondo potrà contare su risorse aggiuntive da attivare fino a 100 milioni di prestiti diretti alle imprese a valere sul Programme Loan di Banca Europea degli Investimenti.  

Compagnia di San Paolo mette, dunque, a disposizione del territorio risorse del proprio patrimonio e le somma a quelle di altri investitori istituzionali con l’obiettivo di favorire la ricerca e l’innovazione sul proprio territorio di riferimento.  

La gestione di RIF-T è affidata ad Equiter, società partecipata da Compagnia di San Paolo, che ha maturato negli anni una comprovata esperienza nella gestione di fondi comunitari. RIF – T selezionerà i progetti da finanziare attraverso una procedura di valutazione a due vie: dapprima una fase di valutazione tecnico-scientifica, seguita da una fase di analisi di sostenibilità finanziaria. L’inizio dell’operatività di RIF-T è prevista entro la fine del 2019. 

 

Il Fondo RIF  

 

Equiter è il principale advisor finanziario selezionato dalla Banca Europea per gli Investimenti per la gestione di 124 milioni di euro (il Fondo RIF) destinati dal Ministero dell’Istruzione e della Ricerca alle azioni previste all’Asse II del P.O.N. Ricerca e Innovazione 2014-2020 - https://fondoricercainnovazione.equiterspa.com/

Le risorse in gestione ad Equiter sono prevalentemente indirizzate al sud Italia, tuttavia una quota del 15% per cento di queste possono essere utilizzate anche fuori dall’area target. Sono proprio queste risorse a sommarsi e confluire nel Fondo RIF – T aumentando la dotazione iniziale.  

Nel suo primo anno e mezzo di operatività il Fondo RIF ha concluso 7 operazioni per un ammontare complessivo di 36,2 milioni di euro. Nella presentazione in allegato è possibile consultare le schede progetto degli investimenti del Fondo RIF in Roboze, Blackshape, Itel, AE Innovation, Protom, NGD e AAV. Le ultime due operazioni sono state condotte in partnership con la Fondazione Telethon.  

Documenti scaricabili


Foto - Presentazione del fondo RIF - T