Le case e le cose. Le Leggi razziali del 1938 e la proprietà privata

15/11/2018
Condividi
Stampa
Invia
Le case e le cose

Una mostra dell'Archivio storico della Compagnia di San Paolo dedicata a uno dei momenti più bui della storia nazionale.

La mostra, basata sui documenti dell’Archivio storico della Compagnia di San Paolo, restituisce la drammaticità di uno dei momenti più bui della storia nazionale quando nel novembre del 1938 l’Italia fascistizzata assiste, indifferente, all’emanazione delle leggi razziali.

L’Archivio conserva tra le sue carte quelle Fondo EGELI -  Ente Gestione e Liquidazione Immobiliare. Si tratta di 115 metri lineari di documenti con oltre 6300 fascicoli, registri, rubriche dal 1940 al 1950 che raccontano la storia del destino amaro che costrinse le famiglie ebree italiane (e successivamente anche straniere) a lasciare le loro case e i propri beni. Tutte le carte sono inventariate, catalogate e rese disponibili al pubblico, oltre a essere dotate di strumenti digitali che aprono nuovi percorsi per la ricerca umanistica.

Tra i più toccanti temi risultano i destini incrociati delle persone: proprietari di case e cose che perdono le proprietà e i beni personali, periti e funzionari della banca che svolgono le pratiche con puntigliosa capacità e i cittadini colpiti dalla guerra diventati utilizzatori più o meno consapevoli dei beni sottratti. 

L’esposizione racconta questa realtà, dalla promulgazione delle leggi razziali alla restituzione dei beni, espone documenti e immagini, propone una mappa interattiva che localizza in Piemonte, Liguria e a Torino le ubicazioni dei sequestri, propone immagini contemporanee di palazzi e portoni torinesi, testimoni in pietre e mattoni della storia.

Durante l'inaugurazione della mostra, il 21 novembre alle 17.30 nella sede della Fondazione 1563 (piazza Bernini, 5 - Torino), è prevista la conferenza di Fabio Levi "Come gli Ebrei furono colpiti nei loro beni" con letture teatrali di Zahira Berrezouga. La mostra sarà allestita dal 22 novembre 2018 al 31 gennaio 2019 con il seguente orario: lunedì – venerdì  16-19; 24/25 novembre 10-13; 26/27 gennaio 2019 10-13

www.fondazione1563.it

Documenti scaricabili