La Basilica di Santa Maria delle Vigne

05/07/2019
Condividi
Stampa
Invia
La Basilica di Santa Maria delle Vigne

Il 5 luglio è presentata in anteprima il progetto di valorizzazione e tutela della basilica genovese.

La Basilica di Santa Maria delle Vigne, nel cuore antico della città di Genova, racchiude in sé la complessa e ricca stratificazione urbana, artistica e sociale della città.
Lungo un percorso di visita inedito, che inaugura a fine settembre e interessa ambienti della Basilica mai aperti al pubblico, è possibile attraversare, in pochi passi, mille anni di storia, osservando le tracce concrete che vicende lunghe secoli hanno lasciato dietro di sé.

Con il progetto “Basilica di Santa Maria delle Vigne - la meraviglia è aperta” valorizzazione e tutela si muovono in perfetta sinergia, lungo il solco tracciato dalle più interessanti “best practices” a livello italiano e internazionale. La Basilica è oggetto, tra il 2019 e il 2020, di una serie di importanti cantieri di restauro. Fra questi il cantiere di restauro dell’organo, quello degli affreschi del presbiterio e dell’abside, quello per la manutenzione dei finestroni della navata centrale. 

La Compagnia di San Paolo sostiene il restauro della Chiesa delle Vigne dal 2008 con un investimento complessivo di 600.000 euro al quale si aggiunge l'importante contributo (350.000 euro), deliberato lo scorso aprile.

I lavori vengono presentati in anteprima il 5 luglio con gli interventi di 

Mons. Nicolò Anselmi - Basilica di Santa Maria delle Vigne

Dott. Vincenzo Tiné - Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio 

Prof. Roberto Timossi - Compagnia di San Paolo

Documenti scaricabili



Interventi principali - Basilica di Santa Maria delle Vigne