Linee guida 2019 per il sostegno a Fondazioni di Comunità e progetti di Fondazioni di Comunità

Condividi
Stampa
Invia

Scadenza il 31/08/2019 - in corso

Le fondazioni di comunità rappresentano per la Compagnia uno strumento di mobilitazione od organizzazione della società civile di un territorio, come pure, più direttamente, del potenziale di “generosità privata” che quel territorio può esprimere.

Giuridicamente, si tratta di fondazioni ai sensi del libro primo del Codice civile o Fondazioni del Terzo Settore secondo il nuovo Codice del Terzo Settore.

La Compagnia accompagna nella fase di gestazione e nei primi anni le esperienze che si costituiscano concretamente sul territorio a partire da effettive volontà e risorse locali, intervenendo quindi soltanto quando esistano credibili presupposti dal basso e quando la proposta sia sufficientemente strutturata da una precedente elaborazione locale.

Nella fase di “maturità”, il sostegno della Compagnia può essere mantenuto in relazione a progettualità specifiche.

Il gruppo di fondazioni di comunità sostenute dalla Compagnia comprende oggi diversi soggetti che operano a Torino, in Piemonte e nella Valle d’Aosta, anche con marcate differenze di bacino geografico/demografico e di contesto socio-economico, spazianti dalla dimensione di quartiere popolare a quella di vallata alpina: tra esse vi sono soggetti dall’esperienza ormai consolidata così come fondazioni giovani o giovanissime, con le comprensibili differenze in quanto a dotazione di staff, capacità di raccolta fondi, riconoscibilità  e ruolo sociale sul territorio. Alcune di queste fondazioni rappresentano il risultato di un’innovazione, di filosofia, pratica e metodologia, introdotta sulla struttura di enti preesistenti.

La Compagnia sostiene le fondazioni comunitarie, in quanto enti in sintonia con i sui valori e la sua visione strategica che consiste nell’attivazione della capacità dei territori di affrontare originalmente le esigenze della comunità, oltreché di mobilitazione dei bacini di generosità privata; proprio per questa ragione apprezza che le fondazioni sviluppino  piena autonomia sotto il profilo dei fini e dell’operatività (allocazione delle risorse, scelte tematiche di bandi o altri strumenti, governance, gestione amministrativa).

Con le presenti “linee guida” La Compagnia si propone di dare piena esplicitazione, e al contempo ordinare, presupposti e metodi della propria azione di sostegno alle esperienze di filantropia comunitaria, verso i soggetti esistenti ma anche verso nuovi progetti.

Potranno presentare domanda, a sostegno dell’attività per il 2019:

A)      le fondazioni di comunità già operanti in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, che riportino nel loro statuto la dizione “Fondazione di comunità” o affine, entro l’11 marzo 2019;

B)      i comitati promotori o affini, portatori di progetti di fondazioni di comunità da costituirsi in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, entro il 31 agosto 2019.

Per tutti i dettagli  si rimanda al testo integrale delle Linee Guida in allegato.