Migliori prestazioni a pazienti adulti e pediatrici, minori tempi di attesa: grazie al contributo di 2 milioni di € della Fondazione, l’ospedale Molinette di Torino usufruirà di un nuovo Tomografo PET/CT di ultima generazione.

Data di pubblicazione: 23 Marzo 2021
Obiettivo
Pianeta.

Oggi è stato inaugurato il nuovo Tomografo PET/CT di ultima generazione della Città della Salute di Torino alla presenza, tra gli altri, del Segretario Generale della Fondazione Compagnia di San Paolo Alberto Anfossi. Questo tomografo è caratterizzato da una migliore sensibilità e accuratezza diagnostica, da tempi di acquisizione delle immagini nettamente ridotti e da una altrettanto ridotta esposizione a radiazioni del paziente e del personale sanitario.

Il nuovo Tomografo, acquistato con il contributo di 2 milioni di € della Compagnia, sostituirà quello acquistato precedentemente grazie a un’altra erogazione della Fondazione nel 2002, e sarà operativo dal 1° aprile 2021, presso la Medicina Nucleare universitaria dell’ospedale Molinette.

“Come Fondazione, attraverso la missione Promuovere il benessere dell’Obiettivo Pianeta, vogliamo stimolare azioni che permettano al Sistema sanitario di migliorare l’efficienza ed offrire un’assistenza di alto livello – spiega Alberto Anfossi, Segretario Generale della Fondazione Compagnia di San Paolo –, mediante un’innovazione organizzativa e gestionale della sanità, specie se associata ad una dimensione tecnologica.

Nel caso del tomografo di nuova generazione, il sostegno della Fondazione è finalizzato a rendere le prestazioni fornite a pazienti adulti e pediatrici migliori in termini quantitativi e qualitativi. Questo grazie all’incremento del numero di esami erogati giornalmente e annualmente, alla riduzione delle liste d’attesa e all’allargamento del bacino d’utenza. Un impatto positivo e misurabile per il territorio e le persone: nel piano organizzativo che ha affiancato l’acquisizione della tecnologia è prevista la possibilità di garantire ai pazienti circa 4.500 prestazioni annue, quasi il doppio rispetto ai 2.500 esami forniti con l’attuale tecnologia.

I cittadini dell’area torinese e piemontese in generale – continua Anfossi – saranno i diretti beneficiari di queste metodiche innovative uniche sul territorio, senza escludere la possibilità di creare un polo di attrazione per i pazienti di provenienza extraregionale. Inoltre, il nuovo tomografo consentirà di incrementare l’attività di ricerca svolta dal Centro”.

“Siamo nel solco della Sanità che vogliamo – osserva l’Assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, presente all’inaugurazione – per un Piemonte che sappia prevenire le malattie e curarsi attraverso le migliori strutture e tecnologie mediche del momento. Diamo atto con riconoscenza dello straordinario sforzo compiuto anche in questa occasione dalla Fondazione Compagnia di San Paolo, che non manca di offrire il suo apporto concreto al Servizio sanitario regionale, e alla Città della Salute di Torino”.

“Ringraziamo la Fondazione Compagnia di San Paolo e tutti i nostri professionisti, che in tempo record hanno messo a disposizione della Città della Salute questo tomografo PET di ultima generazione, di cui avevamo estremo bisogno, considerato che il precedente era ormai obsoleto”, commenta anche Giovanni La Valle, Direttore generale Città della Salute di Torino.