Il progetto – che vuole coinvolgere oltre 2000 ragazzi e ragazze – rientra nell’ambito di “2020. Un’estate insieme”, iniziativa tesa restituire ai giovani serenità, socialità e nuove opportunità educative in un momento delicato come quello che stiamo vivendo.

Data di pubblicazione: 6 Luglio 2020
Obiettivo
Persone.
Obiettivo
Cultura.

Avendo reso necessaria la chiusura delle scuole, l’emergenza coronavirus ha influito negativamente sulla quotidianità dei più giovani, minandone la socialità e rendendo più complesse le dinamiche scolastiche. 

Per permettere ai ragazzi maggiormente in difficoltà di recuperare, ed evitare quindi che restino indietro negli apprendimenti, la Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione per la Scuola promuovono questa estate il progetto Sam non va in vacanza, dedicato ai bambini delle classi quarta e quinta delle 33 scuole primarie, e ai ragazzi delle 32 scuole secondarie di Torino che aderiscono al progetto Provaci ancora Sam realizzato con Città di Torino, Ufficio Pio, Ufficio Scolastico Regionale Piemonte ed enti del terzo settore.

L’obiettivo del progetto, che si protrarrà per 7 settimane dai primi di luglio al 7 agosto, è stimolare gli apprendimenti disciplinari e sostenere le competenze dei ragazzi più fragili attraverso l’integrazione di diverse professionalità e in stretto raccordo con le istituzioni scolastiche di provenienza. 

Questo il commento di Francesco Profumo, Presidente della Fondazione Compagnia di San Paolo: 

“La scuola è stata investita negli ultimi quattro mesi da un cambiamento epocale. Sappiamo con certezza che l’esperienza scolastica, ma anche educativa, culturale, sportiva, di relazione, di appartenenza alla città, non sarà più la stessa e l’estate, se utilizzata bene, consentirà di preparare il rientro a scuola e di far recuperare fiducia nella ripartenza. Per questa ragione la Fondazione Compagnia di San Paolo ha voluto valorizzare le esperienze estive – ampiamente consolidate dalla collaborazione con Città di Torino, Ufficio Pio, Xkè? Laboratorio della curiosità, oratori salesiani e diocesani – pensando agli apprendimenti da recuperare, anche mediante nuove modalità comprese quelle informali. In particolare con Sam non va in vacanza si investirà per rinforzare le competenze degli studenti all’interno di una più ampia azione educativa per l’estate 2020, in cui una molteplicità di attori (enti locali, scuole, istituzioni e associazioni del terzo settore, sportive, culturali, fondazioni) concorrono fin dal periodo estivo ad una alleanza educativa che vuole accompagnare la comunità educante verso un nuovo modello di educazione, integrato, diffuso, multidimensionale.”

Sam non va in vacanza si inserisce nell’ambito della più ampia iniziativa 2020. Un’estate insieme messa a punto dalla Fondazione Compagnia di San Paolo e dai suoi enti strumentali e partecipati (Fondazione per la Scuola, Ufficio Pio, Consorzio Xkè? ZeroTredici): un ricco programma estivo che mira a restituire ai giovani serenità, attraverso nuove modalità e occasioni relazionali ed educative.

SDG 4  Istruzione di qualità