La Fondazione Compagnia di San Paolo ribadisce il suo impegno a favore del sistema per i restauri, comparto produttivo fondamentale per la ripresa economica.

Data di pubblicazione: 28 Maggio 2020
Obiettivo
Cultura.

Il comparto produttivo legato al restauro è un settore importante dell’economia del nostro Paese e un’eccellenza riconosciuta a livello internazionale. Grazie all’allentamento delle misure per contenere l’infezione COVID i cantieri sono stati recentemente riaperti ed è pertanto fondamentale sostenere con risorse velocemente erogabili la ripartenza d i queste attività che rappresentano un’opportunità importante per tutti gli operatori economici coinvolti.

Nelle Linee Programmatiche del 2020 si ribadisce “l’impegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nei confronti dei progetti di riqualificazione e restauro dei grandi complessi monumentali del centro storico di Torino e di Genova, prediligendo gli edifici fondamentali per rafforzare o costruire “sistemi culturali” storicamente imperniati su di essi”. 

In particolare, attraverso l’emanazione dei bandi specialistici annuali di restauro legati a particolari tipi di patrimonio, l’obiettivo della Fondazione è di porre le attività di recupero dei beni all’interno di percorsi di conoscenza più ampi con l’obiettivo di stimolare la consapevolezza dell’importanza di tali beni da parte delle comunità di riferimento.  

Un impegno che rientra nella missione Custodire la bellezza dell’Obiettivo Cultura, con riferimento, in particolare, agli SDGs 9 (Costruire infrastrutture resilienti, promuovere un’industrializzazione inclusiva e sostenibile e favorire l’innovazione); e 11  (Rendere le città e gli insediamenti urbani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili).

Il bando “Cantieri Barocchi. Superfici decorate dell’architettura”, i cui esiti sono disponibili a questo link, è una delle numerose iniziative avviate dalla Fondazione negli ultimi anni al fine di riqualificare, salvaguardare, valorizzare architetture e opere d’arte di grande pregio. Ampia attenzione è dedicata anche alla rigenerazione di porzioni rilevanti dei centri storici di Torino e Genova: nell’ultimo quadriennio la Fondazione ha stanziato 13 milioni di euro a sostegno della riqualificazione dei centri storici di Torino e Genova e alla loro trasformazione in distretti culturali urbani altamente attrattivi.

Questa iniziativa contribuisce al raggiungimento dei seguenti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

imprese e innovazione