La partecipazione della Fondazione a Terra Madre si rinnova anche quest’anno, in un’edizione speciale che si snoderà nei mesi offrendo numerose e inedite opportunità di confronto.

Data di pubblicazione: 2 Ottobre 2020
Obiettivo
Persone.

Anche quest’anno la Fondazione Compagnia di San Paolo rinnova la propria partecipazione a Terra Madre Salone del Gusto 2020. Un’edizione speciale, che si svincola dalla tradizione per una formula diversa e speciale che si snoderà nei mesi, offrendo sempre nuove opportunità di partecipazione, di dibattito e di incontro.

All’inaugurazione dell’evento, in programma per l’8 ottobre, parteciperà anche il presidente della Fondazione Compagnia di San Paolo Francesco Profumo. 

L’11 alle ore 11 invece è in programma l’incontro, organizzato dalla Fondazione, “Sistemi territoriali per contrastare la povertà alimentare in tempo di Covid-19: uno sguardo al futuro”, durante il quale i rappresentanti istituzionali delle amministrazioni di Torino, Genova e Milano e i referenti delle organizzazioni che rappresentano gli snodi di questi sistemi, si confronteranno sulle modalità con cui le tre città hanno riorganizzato i loro sistemi territoriali adattandoli all’emergenza. L’obiettivo è quello di riflettere e dialogare su un nuovo modello che permetta di far fronte alla povertà alimentare, innescando sistemi virtuosi di ridistribuzione di eccedenze e donazioni, di solidarietà e di prossimità e di emersione anche di altre forme della povertà.

All’evento interverranno  Chiara Appendino –  Sindaca Città di Torino,  Marco Bucci –  Sindaco Città di Genova, Giuseppe Sala  –  Sindaco Città di Milano,  Alberto Anfossi –  Segretario Generale Fondazione Compagnia di San Paolo, Monica Villa – Vice Direttrice Area Servizi alla Persona Fondazione Cariplo , Paolo di Croce – Segretario Generale Slow Food , Francesca Bisacco –  Presidente CPD- Consulta per le Persone in Difficoltà, Torino,  Andrea Polacchi – Presidente Arci Torino , Marco Malfatto – Comunità San Benedetto,  Coordinatore rete Ricibo, Genova.  Modererà Egidio Dansero – Professore Dipartimento di Culture, Politiche e Società Università di Torino

L’evento si potrà seguire in in streaming su https://terramadresalonedelgusto.com/.

La collaborazione della Fondazione con Slow Food e Terra Madre è ormai una realtà consolidata che affonda le ragioni nella condivisione di alcuni principi fondamentali e irrinunciabili.

  • la promozione della sovranità alimentare per tutti, da chi abita nei territori più vicini fino ad arrivare a coloro che affrontano queste sfide in altri parti del Pianeta
  • la salvaguardia dell’ambiente, un tema prioritario per immaginare un futuro possibile
  • il sostegno alla dimensione della prossimità, per migliorare la qualità della vita delle nostre comunità e renderle più inclusive, solidali e resilienti

Questi i progetti e le esperienze condivisi nel tempo:

  • Il sostegno alla rete dei 1000 Orti in Africa
  • il supporto a progetti di sviluppo locale nelle valli del territorio locale e in specifiche regioni africane, ed, in particolare, in Burkina Faso
  • la formazione di esperti Slow Food in diversi Paesi dell’Africa
  • la promozione del ruolo dei migranti come garanti fondamentali di processi a favore della sovranità alimentare e di inclusione nei Paesi d’origine e in quelli di accoglienza
  • il progetto Barachin sostenuto in occasione dell’ultima edizione di Terra Madre e, successivamente, ripensato in una iniziativa completamente nuova Tavole Allegre che attraverso lo strumento della convivialità, si pone l’obiettivo di promuovere la prossimità e l’incontro tra le persone per combattere la solitudine e il disagio dei soggetti più fragili.

La situazione di oggi impone di riflettere sul futuro, a livello locale e internazionale. È fondamentale, in tal senso, riuscire a cogliere il potenziale che questo momento storico racchiude: l’opportunità per impostare nuove strategie di breve e lungo periodo, locali e globali, riformulando i modelli di crescita, e in cui, nel nuovo disegno delle comunità, dovranno essere posizionati al centro i concetti di sviluppo sostenibile, sovranità alimentare, biodiversità, sistemi sostenibili del cibo, lotta alle eccedenze, loro riutilizzo, prossimità, lotta alle diseguaglianze e al cambiamento climatico.

Questa nuova edizione di Terra Madre Salone del Gusto 2020 rappresenta, quindi, una grande occasione per ragionare insieme e comprendere i nuovi scenari, attivando un confronto sulle strategie politiche e di vita da mettere in campo per costruire il futuro.

A questo link è possibile consultare il calendario degli eventi in programma.