Vent'anni di Luci d'artista

27/10/2017
Condividi
Stampa
Invia
Vent'anni di Luci d'artista

25 opere allestite in tutta la città dal 27 ottobre al 14 gennaio 2018.

La festa per il ventennale, venerdì 27 ottobre, inizia alle 16.30, nella sala conferenze della GAM (corso Galileo Ferraris, 30) con il convegno ‘Vent’anni di Luci d’Artista’ a cui partecipano alcuni degli artisti che hanno realizzato le opere in collezione come Mario Airò, Enrica Borghi, Marco Gastini, Piero Gilardi, Luigi Mainolfi e Luigi Stoisa. Allo stesso orario la cerimonia per l’anniversario si svolge anche nell’area pedonale di via Di Nanni - tra piazza Sabotino e via Chiomonte -in Circoscrizione 3 . Qui, alle 19.30, con l’accensionedell’opera ‘Ancora una volta di Valerio Berruti e in contemporanea di tutte le altre installazioni si darà il via alla nuova edizione di Luci d’Artista.

Negli ottanta giorni di esposizione il pubblico potrà ammirare le 25 le opere d’arte contemporanea create dal 1997 a oggi, di cui 14 saranno posizionate nelle strade e piazze del centro storico e 11 nelle otto circoscrizioni:

in piazza Santa Rita (Circoscrizione 2) ‘L’amore non fa rumore’ di Domenico Luca Pannoli, mentre in piazzale Chiribiri (Circoscrizione 3), ‘My noon’ del tedesco Tobias Rehberger, sempre alla 3, nell’area pedonale di via Di Nanni - tra piazza Sabotino e via Chiomonte - si trova l’opera ‘Ancora una volta’ realizzata con materiali ecosostenibili e fonti luminose a basso consumo energetico da Valerio Berruti.

Le figure rosse dell’opera ‘Noi’ di Luigi Stoisa si intrecciano in via Cibrario, tra i corsi Svizzera e Tassoni (Circoscrizione 4).

Nella Circoscrizione 5 sono installate: in piazza Eugenio Montale ‘Ice cream light’ della berlinese di adozione Vanessa Safavi e, nell’area verde compresa tra le vie Vibò, Stradella e Conte di Roccavione, le panchine ‘Illuminated Benches’ di Jeppe Hein. Le ‘Vele di Natale’ di Vasco Are, invece, aleggiano in piazza Derna (Circoscrizione 6).

Nel cielo di via Vanchiglia sono riposizionate, dopo 19 anni, le ‘Palle di neve’ di Enrica Borghi, sempre in Circoscrizione 7, in piazza della Repubblica, viene riaccesa ‘Amare le differenze’ di Michelangelo Pistoletto.

All’entrata sud della città, nel laghetto di Italia ’61 (corso Unità d’Italia), si può rivedere ‘Luce Fontana Ruota’ di Gilberto Zorio, una stella rotante che evoca un mulino - opera totalmente ristrutturata anche in occasione della personale che il Castello di Rivoli dedica all’artista dal 2 di novembre. Al Monte dei Cappuccini risplendono ancora ‘Piccoli Spiriti Blu’ di Rebecca Horn.

Le Luci d’Artista sono un progetto della Città di Torino realizzato da IREN Energia Spa e Fondazione Teatro Regio Torino, con il sostegno di IREN, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo. 

Interventi principali - Luci d'Artista