Opera Barolo Distretto sociale: call for ideas di progettazione partecipata

30/07/2018
Condividi
Stampa
Invia

La presentazione delle idee progettuali deve essere effettuata entro il 15 settembre 2018.

Il Distretto Sociale Barolo, dal 1821 - per volontà di Giulia di Barolo - accoglie e sviluppa le potenzialità delle persone più fragili.
Dispiegato in 15.000 mq, nella zona tra via Cottolengo e via Cigna, oggi al Distretto operano quotidianamente 14 enti che offrono interventi socio-sanitari e opportunità di autonomizzazione, in particolare per donne, bambini, giovani, migranti, famiglie in stato di fragilità. 

Entro dicembre 2018, l’Opera Barolo, mette a disposizione ad enti senza scopo di lucro, per la durata da definire in base al progetto, un’area di 200 mq circa al piano seminterrato e 400 mq al piano interrato, a Torino in via G.B. Cottolengo 24/bis, per la realizzazione di un progetto innovativo per donne in uscita dal carcere, migranti, famiglie in difficoltà e giovani

Per questa ragione è interessata a selezionare idee progettuali costruite con la metodologia della progettazione partecipata che prevede la collaborazione dei vari attori della Comunità del Distretto Barolo in modo che siano coinvolti nell’ideazione e nella realizzazione di un progetto che preveda ricadute positive sul Distretto stesso e sulla città.
Saranno selezionate idee che propongono iniziative di welfare in grado di valorizzare le capacità dei cittadini più fragili e di rigenerare la comunità cittadina attivando con essa sinergie relazionali e socio-economiche ad alto impatto sociale.  
Prediligendo proposte portatrici di una visione di welfare generativo, provenienti da soggetti con esperienza pluriennale, rapporti consolidati e stabili con Partners Istituzionali, capaci di integrare risorse socio-economiche diverse.

La call è espressione del tavolo di lavoro composto da Regione Piemonte,  Città di Torino,  Fondazione CRT e Compagnia di San Paolo in protocollo con l’Opera Barolo per lo sviluppo del Distretto Sociale  Barolo, come luogo di innovazione sociale al servizio di un nuovo welfare.

La presentazione delle idee progettuali deve essere effettuata entro il 15 settembre 2018.

Le proposte saranno selezionate da una Commissione Esaminatrice composta dall’Opera Barolo congiuntamente a rappresentanti Tavolo Istituzionale Distretto Barolo (Regione Piemonte, Comune di Torino, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT).
Entro il 15 ottobre saranno selezionate 3 proposte a cui verrà richiesto di perfezionare il progetto, secondo le indicazioni fornite dalla Commissione Esaminatrice, entro il 30 novembre.

Il Consiglio di amministrazione dell’Opera Barolo comunicherà entro il 30 dicembre la scelta del soggetto beneficiario dell’assegnazione.

Per maggiori informazioni e per scaricare il bando consultare il sito www.operabarolo.it