Ora! Linguaggi contemporanei - produzioni innovative

Condividi
Stampa
Invia
Bando Ora!

Nell’ambito del proprio impegno per l’innovazione culturale, la Compagnia di San Paolo promuove il Bando “ORA! Linguaggi contemporanei, produzioni innovative”.

Gli obiettivi di Ora! sono:

1. Favorire a livello nazionale la produzione culturale attraverso il sostegno a progetti nelle arti visive, performative e negli altri linguaggi espressivi della cultura contemporanea (audiovideo, fotografia, scrittura, architettura, grafica ecc.)

2. Stimolare ed attrarre progettualità di avanguardia in Piemonte e il Liguria, favorendo l’emergere di produzioni e talenti che possano affermarsi e accreditarsi nel circuito della produzione artistico-creativa e riconnettendo le realtà più indipendenti della ricerca culturale con il tessuto istituzionale del territorio e accreditandone il valore in un’ottica di sistema

3. Favorire lo sviluppo di realtà e progetti con una prospettiva strategica della loro proposta culturale e della loro sostenibilità economica.

I NOSTRI APPUNTAMENTI

13gennaio-milano
bando-ora-bologna
index
venezia
BANNER_box_genova-eventi passati _v2
innovazione ora toolbox

DOMANDE FREQUENTI

Sono un artista, posso candidarmi al Bando? 

Al Bando sono ammessi esclusivamente enti non profit (associazioni,  fondazioni,  cooperative dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero, etc…) e enti pubblici. La Compagnia di San Paolo non può erogare contributi a persone fisiche, società commerciali e enti con fini di lucro.

Rappresento un’associazione con sede legale a Roma, l’ente può candidarsi al Bando?

Sì, purché la produzione proposta si realizzi in Piemonte o Liguria e sviluppi almeno una parte della propria progettualità in queste due regioni.

La nostra associazione vorrebbe realizzare una ricerca critica sull’arte visiva più d’avanguardia e quindi produrre delle opere di giovani artisti, presentandole al pubblico in una mostra. È ammissibile?

Sì, sono ammesse al bando iniziative artistiche inserite in progetti di ricerca, sperimentazione, condivisione, produzione e valorizzazione dell’espressività creativa più d’avanguardia.

Vorremmo proporre la realizzazione di uno spettacolo teatrale è ammissibile?

Sì. Nella valutazione della proposta verrà tenuta in considerazione la capacità del progetto di sviluppare nuove ricerche, tematiche, metodologie d’avanguardia sia nel processo creativo sia nella produzione performativa finale.

La mia proposta prevede produzioni in linguaggi diversi (scrittura, musica, video, …) e trova la sua realizzazione anche in un prodotto multimediale. È ammissibile al bando?

Sì, sono ammessi al bando proposte che utilizzino linguaggi espressivi diversi per lo sviluppo di una ricerca e di una produzione culturale. Nella valutazione sarà tenuta in considerazione la capacità della proposta di sviluppare: processi di sperimentazione e interconnessione tra le discipline, adeguata documentazione in corso d’opera, la restituzione e la valorizzazione del progetto strettamente connessa al pubblico e al contesto.

Ci sono degli elementi preferenziali che saranno tenuti in considerazione nella valutazione delle proposte?

Sì, lo sviluppo di ricerche e produzioni di carattere crossdisciplinare e l’utilizzo delle nuove tecnologie quali componenti della produzione artistico-culturale proposta.

La proprietà delle opere realizzate per il progetto di chi sarà?

Fermo restando la proprietà intellettuale dell’artista, la proprietà materiale delle opere realizzate ad hoc per il progetto e i loro diritti di utilizzazione economica saranno dell’ente che si candida al Bando.

Quando dovrò realizzare il mio progetto?

Il progetto dovrà realizzarsi nel 2016 e concludersi entro 12 mesi dalla data di comunicazione dell’eventuale contributo accordato dalla Compagnia di San Paolo (giugno 2017).

Rappresento un ente non profit di Milano che vorrebbe realizzare uno spettacolo di danza contemporanea in coprogettazione con un’associazione di Torino. Devo formalizzare in qualche modo questa partnership?

Non è obbligatorio, ma è auspicato, un documento che illustri i termini delle eventuali collaborazioni tra soggetti italiani e realtà del territorio in cui si realizzerà la produzione oggetto del Bando.

A quanto ammonta il contributo massimo che la Compagnia potrà erogare in caso di selezione positiva?

Il contributo massimo accordato dalla Compagnia sarà di € 45.000 e potrà coprire fino all’80% del budget della proposta. Per richiedere un contributo di 45.000, quindi, il progetto dovrà costare almeno € 56.250.

Come faccio a candidarmi al Bando?

Per candidarsi al Bando si deve utilizzare la proceduta ROL, richiesta on line, nella sezione “Contributi” del sito della Compagnia, accedendo all’apposita modulistica.

Quali sono gli allegati obbligatori richiesti per la candidatura?

  • Atto costitutivo e statuto dell’ente
  • Ultimo bilancio consuntivo approvato con il relativo verbale di approvazione
  • Ultimo bilancio preventivo approvato con il relativo verbale di approvazione
  • Curriculum vitae del legale rappresentante dell’ente
  • Curriculum vitae del segretario generale/direttore
  • Curriculum vitae del responsabile dell’iniziativa
  • Curriculum vitae dei responsabili artistici e dei realizzatori del progetto
  • Budget analitico del progetto e piano di copertura finanziaria
  • Struttura organizzativa, funzionigramma e cronoprogramma del progetto

Fino a quando è possibile candidarsi al Bando?

E’ possibile candidarsi fino al 7 febbraio 2016.

Quando saprò se la mia proposta è stata selezionata?

L’esito della selezione sarà reso pubblico entro il 31 maggio 2016.

E se ho bisogno d’aiuto?

Per ulteriori informazioni sul bando puoi scrivere a innovazioneculturale@compagniadisanpaolo.it

Per problemi sulla compilazione della richiesta on line, puoi scrivere a assistenzarol@compagniadisanpaolo.it

Siamo un’associazione costituita nel 2015 e che quindi non dispone dei bilanci consuntivi degli ultimi 2 anni. Come devo fare per compilare la sezione bilanci della “scheda ente”?

Al momento dell’inserimento della data di costituzione dell’ente (step 3/20) , il sistema ROL (allo step 14/20) chiederà conferma sulla disponibilità o meno dei bilanci consuntivi degli ultimi due anni. Rispondendo negativamente, il sistema renderà non compilabile le tabelle sui bilanci consuntivi. Resta obbligatoria la tabella del bilancio preventivo.

Nella parte allegati in cui è obbligatorio  unploadare il documento di bilancio, vi preghiamo comunque di inserire un documento preconsuntivo relativO alla situazione economico-finanziaria dell’ente al 31/12/2015.